Sognare è un bel casino..


.. ma è inevitabile. 

Facciamoci i conti – io in primis – perché mi sono avvicinata alla Stregoneria? Cosa mi riesce meglio? Cosa mi chiede di fare la Dea? (Perchè io ho prestato un giuramento, e il mio giuramento risponde alla sua chiamata). Ci sono molte cose che mi attirano a periodi, ma se c’è n’è una che proprio non mi abbandona è questa capacità di sognare fuori dal comune.

Sogno moltissimo, anche quando non vorrei. Per un periodo la cosa mi ha impedito di riposarmi di notte perché ogni sogno si trasformava in un’avventura, in una rivelazione, o in una beneamata paralisi notturna. Ho sempre affrontato tutto questo con molta calma e molta logica.

Poi ho letto una frase di Dion Fortune che ha cominciato a minare la mia razionalità scientifica: “Chi ha le allucinazioni dice di aver avuto esperienze paranormali, e chi ha esperienze paranormali dice di avere le allucinazioni”. Porca miseria, sarà il mio caso?

Ultimamente lavoro molto sul sognare perché data questa predisposizione a ricordare il sogno è probabilmente il metodo più facile che ho per viaggiare. Così ogni santa notte, che siano pure le quattro di mattina, io mi stendo e richiamo la mia guida, mi colloco nel mio luogo di potere o dovunque io venga condotta e da lì…. non ricordo nulla. Strano no, per una che ricorda i sogni che faceva da ragazzina come se fossero stati sognati ieri?!

Solo da qualche giorno ho cominciato a ricordare, sono dei veri ricordi o solo delle sensazioni. Stanotte incontravo le persone di cui ho parlato nel post sulla ricerca dell’insegnante. Erano reali, mi parlavano normalmente e scambiavamo battute su quello che era successo. Poi, mi insegnavano qualcosa, che ovviamente ricordo solo in parte. E di sogni così, che ti lasciano solo con questa vaga sensazione di aver appreso qualcosa di fondamentale, ricordo di averne fatti anche in passato ma mai come in queste ultime notti.

Qualcosa di simile lo descriveva anche Castaneda – che io ritengo comunque un criminale – ma devo ammettere che ho capito perfettamente cosa intendeva quando descriveva il suo apprendimento nella Seconda Attenzione.

Avvalersi del sogno è una bella rottura, anche se io amo profondamente questo aspetto della mia vita. Fondamentalmente potrei meditare 24 ore al giorno, ma sognare? Giusto quelle 8 ore scarse a notte, e se la mattina non sto attenta a seguire una routine autoimposta, ad evitare conversazioni precoci, ecco che tutto svanisce e non rimane che attendere la notte successiva, (perché se dormo di pomeriggio sognerò giusto quello che mi suggerisce la digestione).

E poi sognare o viaggiare? Quando viaggio me ne accorgo in qualche modo. Mi muovo lungo paesaggi che hanno una loro concretezza, incontro persone che mi suggeriscono cose sensate e ricorrono elementi del viaggio tipicamente sciamanico, in particolare i tunnel e le caverne. Ricevo messaggi che mi riempiono lo spirito, mi rendono felice per un giorno intero o triste per aver lasciato un luogo paradisiaco.

Sognare mi permette di affidarmi completamente al mio inconscio e al mio istinto, che con fatica riesco a far emergere nella veglia. E’ un atto di fiducia verso me stessa e il modo di ascoltarsi più autentico che abbiamo a disposizione.

Altra domanda, si può sognare per la comunità, per altri che non siamo noi? Sicuramente sì. Quando ero più piccola mi è successo un paio di volte di sognare persone morte care a miei amici che mi lasciavano messaggi per loro. Più grandicella sognavo l’arrivo di persone reali che puntualmente irrompevano nella vita dei miei più cari amici o nella mia. Anche qui, difficile distinguere il sogno dalla realtà (passatemi il gioco di parole), tutto sta come al solito nello sperimentare ed nell’affidarsi all’esperienza.

 

Annunci
Categorie: Sciamanesimo, Sognare, Vita da strega | Tag: , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Vox Shrine

Le blog sur la Wicca de Voxifera

Shaila

Vita Segreta di una Strega di Campagna

farefuorilamedusa

romanzo a puntate di Ben Apfel

The Fae's Crossroad

The prettier the Garden, the dirtier the hands of the Gardener

Traditional Witchcraft and Occultism

Articles and Books about Traditional Witchcraft and the Occult

Bohemian Whisper

Vento nell'anima, gomitoli tra le dita e musica gitana tra i capelli

Laurin42

puoi tutto quello che vuoi ( whatever you want you can)

strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Siena Esoterica

Cor magis tibi Sena pandit

Jarl Halfdan Page

"The Clash of Honor Calls to stand when the others fall"

The Narcissistic Anthropologist

Someone has to notice

Madame Belle

A fine WordPress.com site

Voci Pagane

Progetto editoriale a cura di Sarah Bernini

  Rogue Priest

a philosopher's journey to meet the gods

Rob's Magick Blog

I got voodoo I got hoodoo I got things I ain't even tried... and I've got friends on the other side

Book of Lights

(NEO)PAGAN LIFE

Hoodoo Crossroads

Hoodoo and Rootwork Spells, Tips and Information

New World Witchery - the Search for American Traditional Witchcraft

A show about magic and witchcraft in North America

Priestess of Hekate

Hestia's Blog

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: